Black Friday 2020: previsioni e differenze rispetto all’anno precedente

Black Friday 2020: previsioni e differenze rispetto all’anno precedente

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Black Friday ha subito molte trasformazioni nel corso degli anni, adattandosi alle nuove abitudini di consumo, ai nuovi canali (digitali) e anche alle esigenze dei differenti mercati dove è stato progressivamente accolto (come in Italia, per esempio). La ricorrenza è solitamente considerata un’opportunità perfetta per gli acquisti natalizi; quest’anno, però, con la diffusione del Covid e la paura dei contagi potrebbero registrarsi ulteriori cambiamenti, sia per quanto riguarda i comportamenti di acquisto, che le iniziative intraprese dai brand.

Confronto Black Friday 2019

Normalmente si registra un aumento repentino del traffico sulle pagine profilo dei brand già nel mese di ottobre, quando gli utenti cominciano a programmare i propri acquisti. In Italia, nel 2019, a ottobre si è registrato un +5,2% di views rispetto al mese precedente, diventato un +25% a novembre. Questo dimostra come il Black Friday sia diventato un vero e proprio fenomeno di costume. Quest’anno la pandemia ha portato ad un’accelerazione nel percorso di digitalizzazione italiano. Facendo un confronto con il 2019il settore casa & giardino è quello che ha fatto registrare l’incremento maggiore con un + 146% (di recensioni rispetto all’anno precedente), seguito da shopping & fashion +131%salute & bellezza + 128% ed elettronica + 111%. Le uniche categorie che non hanno fatto registrare questi balzi sono state quello dell’automotive che è riuscito a spuntare un + 8% e, soprattutto, il settore travel che ne esce penalizzato con il – 29%.

Previsioni Black Friday 2020

Cosa cambierà quest’anno? Secondo uno studio circa il 21% del campione (su 1600 intervistati) acquisterà come ha fatto di solito, mentre circa il 20% non acquisterà affatto. Forse a causa del periodo di crisi circa il 15% del campione sembra intenzionato a spendere meno del solito, mentre soltanto il 9,8% avrebbe tra le previsioni per il Black Friday 2020 quella di spendere maggiormente online.

Fattori d’acquisto

Tra i tanti contenuti e le diverse pubblicità come faranno però i consumatori a selezionare quelli migliori? Il 34% degli intervistati si farà guidare dallo sconto di un brand maggiore rispetto quello applicato dai competitor , mentre il 23% dalla selezione di prodotti messi in offerta dai brand e il 16% dal tempo di consegna.

Canali e modalità

Il 18% degli intervistati afferma di utilizzare Instagram, mentre il 10% Facebook. Un altro 10% degli utenti, invece, dichiara di affidarsi alle newsletter arrivate nella casella di posta e un 9% ai banner online.
L’eCommerce si rivelerà il canale privilegiato anche in Italia. Verso metà novembre il volume delle spedizioni era già aumentato del 21% rispetto all’anno scorso, un dato che porta a prevedere una crescita notevole in occasione del Black Friday e del Cyber Monday.

Molti brand hanno scelto di estendere il periodo di promozioni, includendo un periodo precedente e un periodo successivo al Black Friday. In questo modo si potrebbero invogliare i consumatori a non effettuare tutti gli acquisti in prossimità del 27 novembre 2020. Da molto ormai Black Friday e Cyber Monday non sono più giornate isolate, perché le offerte previste per queste ricorrenze tendono a durare diverse settimane, anche al termine degli eventi. Sarà necessario concentrarsi sull’ottimizzazione dei siti web, in modo che siano pronti a reggere eventuali picchi di traffico e a semplificare il checkout, evitando problemi tecnici e rallentamenti che potrebbero portare all’abbandono del carrello.

 

Leave a Reply